Associazione Culturale

Circolo Bloom
Scritto da Super User    Giovedì, 16 Maggio 2013 14:32
LA STORIA DELL' ORCO GIANBEPPE di Anna Vivarelli

Locandina

L’inizio di una bella favola, o la fine di un’avventura. In fondo – si sa – per gustare a pieno le proprie esperienze di vita bisogna poterle spartire con qualcuno e per fare questo bisogna essere in grado di raccontare e sapersi relazionare con gli altri. Gira intorno a questo nucleo tematico il testo di Anna Vivarelli, che focalizza l’attenzione sul rapporto con l’alterità e sulla disponibilità di ciascuno a conoscere e a scoprire il mondo.Due bambini incontrano il famigerato Orco Gianbeppe e poco per volta scoprono che non è poi così cattivo come tutti pensano. E’ solo un omone un po’ grosso e molto schivo, senza gli strumenti per relazionarsi con il mondo; si offrono così di aiutarlo e nasce un’amicizia. (Regia di Esther Ruggiero - Dai 5 anni)

 

 

 

 di Anna Vivarelli
regia di:
ESTHER RUGGIERO

con
VINCENZO CARUSO - VALERIA DI LEGAMI - VALTER RIPOLI

 

Musiche originali: HAPPY RUGGIERO
Costruzioni scenografiche: FRANCESCO FASSONE
Luci: FRANCO LUPI
Regia: ESTHER RUGGIERO
Organizzazione: PATRIZIA POLITTI, PIETRO DI LEGAMI
Produzione: CIRCOLO BLOOM
Anno di Produzione: 2003

 

La trama.
Due bambini incontrano il famigerato Orco Gianbeppe e poco per volta scoprono che non è così cattivo come tutti pensano. È solo un omone un po’ grosso e molto schivo, senza gli strumenti per relazionarsi con il mondo; si offrono così di aiutarlo trasformandosi in due piccoli maestri alle prese con l’ABC e mille altre cose. E naturalmente nasce un’amicizia…

 

Lo spettacolo.
È presentato con un forma drammaturgica tradizionale, ma è prevista l’interazione con i bambini. L’impianto scenico, molto semplice, permette la rappresentazione nelle scuole, in spazi come la palestra, l’aula magna e simili. La durata è di circa un’ora.

 

La compagnia.
Tre attori e la preziosa complicità dei bambini.

 

Gli autori.
Anna Vivarelli, autrice del testo, torinese, ha scritto per il teatro e per la radio, ma da anni si dedica alla letteratura per ragazzi, divertendosi molto di più. Esther Ruggiero, regista dello spettacolo, torinese, ha lavorato - tra gli altri - con Franco Passatore, padre spirituale del teatro ragazzi. Ha anche una laurea in grammatica italiana, di cui non se ne fa molto, ma che torna utile quando le permettono di giocare con la lingua italiana.

 

Fascia d'età.
5 - 8 anni

 

La ricaduta didattica.
I contenuti cognitivi riguardano la lettura, la scrittura e piccole attività pratiche. I contenuti formativi riguardano aspetti come la relazione con l’altro, il superamento del pregiudizio, il passaggio di ruolo, la responsabilizzazione.

 

Esigenze tecniche.
spettacolo rappresentabile in qualunque spazio: adattabile sia a sale teatrali che a spazi scolastici (misure minime: 6m x 4m x 3m) carico elettrico: 12 Kw – durata montaggio e smontaggio: 120 minuti
Durata spettacolo : 60 minuti

Note.
lo spettacolo ha debuttato al Teatro Araldo il 1 marzo 2003 per "Carnevalteatro" Disponibiltà ad effettuare da una a cinque repliche nella stessa sede o in sedi diverse nel territorio cittadino


 

Circolo Bloom

Di Teatro e di Note 5

Contattaci